La donna di fascino indossa il futuro

Il vestito è la cornice della personalità ed è l’espressione dell’intelletto

La necessità di distinguersi dagli animali e di valorizzare l’intelletto porta gli uomini a vestirsi. Il vestito esprime la capacità intellettuale della persona e convoglia l’attenzione sulle parti del corpo che esprimono maggiormente la sua vita intellettuale: il volto e le mani. Essere nudi significa essere animali, privi di una caratterizzazione intellettuale. Questo spiega perché la sola immagine di una donna senza vestiti è molto meno interessante di una donna vestita in modo seduttivo.

Il vestito ha il compito di valorizzare le peculiarità fisiche e intellettuali. Dove la donna è limitata nei suoi diritti e nel suo intelletto, esiste il velo e il burqa. Dove esiste il totalitarismo esiste la divisa e l’omologazione

Il fascino consiste nella capacità di valorizzare le proprie risorse estetiche, intellettive e in grado di anticipare le trasformazioni della società, per ottenere una risposta di consenso e vincolare emotivamente a sé un’altra persona.

 

L’alta moda è l’accademia del fascino ed esprime la capacità di affinare il gusto e la moda mediante l’intuizione di alcuni creatori che riescono a isolare la tendenza di successo dagli elementi ripetitivi e ad alimentare il cambiamento

L’alta moda fornisce lo stimolo alle persone predisposte ad essere affascinanti per sviluppare una nuova tendenza e rappresenta quindi un potente acceleratore delle dinamiche della società. È figlia della società, nel bene e nel male, ma impedisce l’immobilismo e la ripetitività e alimenta l’intuito delle persone con una particolare sensibilità.

Il suo valore etico è insito nella dinamica e nella trasformazione.
Una società senza alta moda è una società senza futuro e omologata.

 

Valeria Mangani
Fondatrice di Made in Italy Luxury

Valeria Mangani, nota consulente ed esperta di moda in ambito internazionale. Già Vice Presidente di AltaRoma SpA dal 2009. È Responsabile Relazioni Istituzionali dell’International Business Advisory Board. Un’imprenditrice molto poliedrica ed impegnata anche in contesti etici e sociali, insignita di numerosi premi e riconoscimenti per il suo impegno nella valorizzazione delle eccellenze del Made in Italy